lunedì 14 gennaio 2013

Sabato pomeriggio a luci rosse...


Lo confesso: in vita mia ho messo piede in un sexy shop solo due volte.
La prima con una mia compagna delle superiori. Entrambe eravamo giovani, inesperte e molto curiose e siamo finite dentro un angusto negozio di 2 metri per 10 (immaginatevi un lungo corridoio…ecco!) gestito da un tizio che sembrava il classico killer da thriller psicologico: occhialone anni 80 con lente gialla, capello unto con riporto, camicia sbottonata con canottiera bianca in bella vista.
La clientela del posto era in linea con la tristezza del negozio e condivideva lo stesso stylist del proprietario.

Inutile dire che l’esperienza mi ha fatto passare completamente la voglia di rimettere piede in un sexy shop. Da allora ho sempre preferito documentarmi e curiosare in shop online: se non altro quelli non avevano l’odore di sudore e ormonella.

Sabato scorso io e la mia amica Frenkie abbiamo trascinato i nostri corpi assonnati in centro e siamo finite davanti alla vetrina di un negozio del sesso.
Ci siamo guardate in faccia e ci siamo dette “Entriamo!”.

L’ambiente era davvero carino e dietro al bancone c’era una simpatica signora sulla cinquantina dall’aria rassicurante. Di fronte a noi, l’intera galassia del sesso si apriva invitante e sfacciata.

Quando entri in un sexy shop con qualcun altro però, finisci col fare confronti tra la tua vita orizzontale (o verticale, de gustibus) e quella degli altri.

Vedi coppie che complici scelgono un nuovo vibratore, uomini che scelgono dvd erotici e biancheria per le proprie patner e la cosa mi è sembrata incredibilmente meravigliosa ma mi ha messo addosso anche un sacco di ansia da prestazione.

Curiosando tra completini, copri capezzoli e gadget, mi è preso il panico e improvvisamente le mie mutandine di cotone con i cuoricini e gli orsetti non mi sono sembrate davvero così carucce (e maliziose) come credevo.
Più che una giovane Samantha Jones mi sono sentita la versione umana di Marge Simpson.

La complicità femminile però è in grado di salvarti anche dalla peggiore delle paranoie e nel giro di qualche minuto io e Frankie  ci siamo ritrovate a fare il gioco del “questo sì, questo no”, ridendo come due sceme e dimenticando tutti i pregiudizi e le nostre insicurezze.

Siamo uscite dal negozio a mani vuote ma con un enorme sorriso stampato sulla faccia (farcito da un numero spropositato di pensieri a luci rosse), ripromettendoci di ripetere la spedizione molto presto! 

14 commenti:

  1. Ma si, anche se non compri nulla i sexy shop sono divertenti lo stesso... :-D

    RispondiElimina
  2. non ci sono mai entrata, ma prima o poi ci riusciro'! A Bruxelles ce ne era uno che vendeva "un cappottino" di lana per i pisellini! Fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, con la perturbazione che sta investendo l'Italia, potrebbe essere un bel regalo!! :-P

      Elimina
  3. Maddai, compra qualcosa la prossima volta, fai rialzare l'economia ;)
    p.s. un consiglio da blogger: togli il verifica-parole, è sempre più difficile da superare, non serve a nulla, impedisce a chi è cieco di commentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'economia dici...eh? ;-P
      Ps. Grazie x il consiglio! Non mi ero accorta che ci fosse il test di verifica...

      Elimina
  4. Per noi maschietti è più bello se c'è alla cassa una signora, che ti spiega come funzioano i vari giochetti. Pure io vado a curiosare ogni tanto, senza comprare ... però ha ragione Ally, così non si rialza ... l'economia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mica solo quella sai? XD
      Grazie per essere passato!

      Elimina
  5. Son cose che si deBBono fare prima o poi ahauhauahuah XD

    RispondiElimina
  6. Ah ah ah!!!L'odore di "sudore e ormonella" mi mancava. L'ultima volta che sono andata in un sexy shop, a Londra, accendendo un vibratore, ho fatto cadere tutti gli altri disposti in fila, vabbeh. Mi hai fatto venire voglia di ritornarci. Un salutone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Mi immagino la scena! Ma non ti preoccupare, credo che chi lavora in un sexy shop sia abituato a certi inconvenienti ;-)
      Grazie per essere passata di qui!

      Elimina
  7. Mai provata l'esperienza del sexy shop, ma prima o poi dovrò andarci.. ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio consiglio: vacci con un'amica! Alla peggio ti fai quattro risate

      Elimina

Il tuo commento è importante e fa crescere il blog.
Di la tua, fammi sapere che ne pensi ;-)
Ora che ho tolto il test di verifica è anche più semplice!